Hear Rooms

rassegna di arte sonora

Hear Rooms è una rassegna di ascolti della durata di due giorni e propone le migliori opere pervenute a Spazioersetti in seguito alla nostra open call rivolta ad artisti da tutto il mondo. Un’occasione per conoscere e avvicinarsi all’arte acusmatica e alla musica elettroacustica contemporanea grazie ad un programma selezionato.
Le opere vengono presentate in sequenza e divise tra loro da intervalli di 15 minuti. La sequenza viene ripetuta nel corso della giornata.
L’evento è preceduto da una breve introduzione a Spazioersetti con anticipazioni sul programma eventi 2015/2016

PROGRAMMA di Sabato 28 novembre a partire dalle ore 18.30, in loop

Marko Stojanovic (CS)

The Ship

Audio composizione a 2 canali (2015 – 12’01”)

Un paesaggio sonoro sintetico, completamente inventato, ispirato alle astronavi aliene dei film di fantascienza.
Artista di Belgrado, laureato alla Belgrade University of Arts, la sua attività copre diverse discipline nell’ambito del multimedia. [justmachine.net | zvukbeograda.com]

Huw McGregor (UK)

Metronic

Composizione acusmatica per 8 canali (2015 – 10’41”)

Metronic mescola suoni del mondo reale e suoni creati elettronicamente. La registrazione d’ambiente ripresa nel tunnel del metrò di Atene si fonde coi suoni elettronici realizzati al computer per costituire un “bricolage” sonoro che nasconde e rivela a tratti le sue due nature e colloca l’ascoltatore a metà tra reale e immaginario.
Questo lavoro è stato spazializzato al Ambisonic Studio presso l’Università di Hull.

Huw McGregor è compositore, violoncellista e performer, diplomato al Welsh Collage of Music and Drama, ha poi perfezionato gli studi con un Master alla Bangor University sulla registrazione e l’elaborazione di musica per il cinema.
Ha insegnato tecnologie musicali allo Yale College di Wrexham dove si è specializzato, ha ripreso negli ultimi anni a comporre musica elettroacustica.[huwmcgregor.tk]

Daniel Blinkhorn (AU)

Anthozoa

Composizione elettroacustica per 5 canali (11’32”)

Nell’oceano delle barriere coralline, al di sopra del pelo dell’acqua si sente il suono del vento, lo sciabordio delle onde, gli spruzzi.
Se ci si immerge il paesaggio sonoro cambia completamente, diventa molto pi intimo, vi si ascoltano delicati crepitii, schiocchi, e il tramestio dei minuscoli animali che si muovono e vivono sui coralli.
Anthozoa strutturalmente si ispira alle molte forme delle barriere coralline, alla loro struttura intricata e frastagliata e alle loro varietà di profondità e densità.
È costruita interamente con due sorgenti sonore, una singola nota di Re suonata su un pianoforte preparato e un montaggio di due registrazioni d’ambiente sottomarino riprese presso la grande barriera corallina in Australia e quella al largo delle isole Barbados nelle Indie.
La nota di pianoforte preparato funge da asse centrale della composizione e rappresenta metaforicamente la linea netta e distesa dell’orizzonte sull’oceano. Il resto del materiale composto e proveniente dalle registrazioni sottomarine è stato lasciato pressoché intatto, senza manipolazioni elettroniche.
Anthozoa è stata composta allo Studio Alpha del Visby International Centre for Composers in Svezia e nel mio studio a Sidney in Australia

Daniel Blinkhorn è compositore e artista dei nuovi media, vive a Sidney.
Ha lavorato in una varietà di contesti creativi, accademici, di ricerca e di insegnamento, ed è attualmente lettore presso il dipartimento di tecnologie musicali e composizione del Conservatorio di Musica dell’Università di Sydney.
Ha effettuato registrazioni d’ambiente e spedizioni nel circolo polare artico, Indie, Africa, Alaska, Amazzonia, Nord Europa, Medioriente e Australia.
Le sue composizioni hanno ricevuto premi internazionali e riconoscimenti in molti paesi del mondo.[hugopaquete.tumblr.com]

John Nichols III (US)

Gates

Composizione elettroacustica a 8 canali (2013 – 8’20”)

Completata nel 2013, Gates è una composizione elettroacustica in parte ispirata alla costellazione delle Pleiadi. Una mappatura musicale della costellazione eseguita con suoni tipo “woodblock” la si può ascoltare nel mezzo e alla fine della composizione. Questa rappresentazione delle Pleiadi si riferisce a un passaggio dell’autobiografia di Ignazio da Loyola di Luis Gonzales de Camara, mentre il titolo si riferisce all’uso dell’effetto di noise gate utilizzato durante il processo creativo. Molti musicisti hanno partecipato alle sessioni di registrazione che sono state utilizzate per questa composizione. A loro va la mia gratitudine.

Le composizioni di John Nichols III hanno vinto importanti premi internazionali dedicati alla musica elettroacustica come il Prix Russolo, l’ASCAP/SEAMUS student composer commissioning program, il Concorso Internazionale di Composizione Città di Udine, il WOCMAT International Phil Winsor Electroacoustic Music Young Composers Awards. Nichols ha anche ricevuto riconoscimenti da Prix Destellos, Métamorphoses, The Morton Gould ASCAP Young Composer Competition e Stichting Conlon. La sua musica è pubblicata su etichette quali la Musique & Recherches, SEAMUS, Monochrome Vision, e fiamme Records.[hugopaquete.tumblr.com]

Roberto Zanata (IT)

La scatola nera

Composizione elettroacustica a 8 canali (2015 – 7’00”)

Ho voluto catturare alla lettera e mettere in pratica alcuni precetti che stanno alla base dell’azione compositiva di John Cage circa la sua concezione della forma come rappresentazione (dove “rappresentazione” va inteso semanticamente nel senso più ampio del termine).
In questo senso ho deciso di processare elettronicamente i campioni sonori originari, ciascuno indipendentemente dall’altro, senza sapere come gli altri si comportassero ma partendo sempre dagli stessi campioni sonori secondo relazioni e sincronie prestabilite: ogni frammento amalgamato con gli altri secondo relazioni che ricordano l’action painting, ponendo attenzione all’idea cageana di creazione come atto impersonale.

Roberto Zanata ha studiato musica e filosofia presso il Conservatorio e l’Università di Cagliari. Ha poi proseguito i suoi studi all’estero, partecipando a vari seminari internazionali quali i Ferienkurse di Darmstadt e i Bartok Seminar a Szombathely. Si è poi trasferito a Zagabria dove ha vissuto per diversi anni collaborando con l’Istituto Italiano di Cultura, l’Accademia della musica e l’Università. Attualmente insegna presso il Conservatorio di Ferrara per il corso di Musica applicata e collabora stabilmente con il Festival Spaziomusica di Cagliari. Ha scritto composizioni per musica da camera, musica acusmatica e opere multimediali che sono state eseguite e selezionate nei più importanti festival del mondo. Dirige la sezione musica della rivista d’arte Passparnous edita da Psychodream di Firenze.

Liew Niyomkarn (TH)

WHOLE_003

Composizione elettroacustica a 8 canali (4’16”)

«WHOLE_003 è stata composta al Brewery Artist Lofts di Los Angeles dove ho vissuto in residenza per tre anni.
È una composizione per viaggiare nel tempo e nello spazio, spero che vi piaccia».

Liew Pichanan Niyomkarn è un’artista che lavora con suono, scultura e circuiti elettronici. Sperimenta con tecniche di sintesi, registrazioni sul campo ed elaborazioni al computer.
Il lavoro di Liew si esprime con composizioni musicali, arti visive, installazioni e performances. Vive a Bangkok.[liewniyomkarn.com]

Jeremy Keenan (US/HU)

Crystal Glass Mirror Stone

Composizione elettroacustica a 8 canali (10’40”)

Crystal Glass Mirror Stone è il risultato di alcune sperimentazioni con il feedback.
Un sistema di luci controllate da un computer accoppiate ad alcuni altoparlanti modificati per renderli fotosensibili ha dato origine ad un feedback audio che è stato utilizzato per costruire l’intera composizione.

Jeremy Keenan realizza musica, installazioni sonore e opere audio surround.
Si è esibito ed ha esposto le proprie composizioni in Europa, Nord America e Regno Unito.
È uno dei curatori del collettivo di arti sonore londinese Call & Response.
Attualmente concentra la sua produzione su composizioni generative, performances dal vivo di musica elettronica e installazioni sonore.
Ha completato un dottorato di ricerca in Studio Composition presso il Goldsmiths College di Londra e lavora presso la Central Saint Martins University of Arts di Londra. Non ha alcuna relazione nota con l’omonimo antropologo.[jeremykeenan.info | callandresponse.org.uk]

Augusto Meijer (NL)

Decimation

scultura sonora a 2 canali (2013 – 24’50”)

Decimation è una scultura sonora completata nel 2013 ispirata da una curiosità: come suonerebbe un mondo abbandonato dall’uomo e completamente digitalizzato?

Augusto Meijer (1988) è un compositore olandese di musica elettronica. Ha conseguito un master presso la Utrecht School of the Arts, dopo aver completato con successo l’ European Media Master of Arts. Nel corso dei suoi studi, si è concentrato in particolare sulle tecniche di composizione e sulla musica elettroacustica.
Collabora con artisti di altre discipline come light designer o strumentisti, dando vita a progetti multidisciplinari.[augustomeijer.com]

PROGRAMMA di domenica 29 novembre a partire dalle ore 17.30, in loop

Stefan Langfeld (DE)

Prism’d

Composizione acusmatica a 8 canali (2014 – 11’12”)

Prism’d è una musica distribuita su 8 altoparlanti che parla delle rivelazioni di Edward Snowden sulle sconcertanti azioni di sorveglianza delle telecomunicazioni da parte dell’NSA (Agenzia per la Sicurezza Nazionale americana).

Stefan Langfeld ha studiato Psicologia, comunicazione e acustica alla Technische Universität di Berlino. Produce e pubblica musica elettronica con lo pseudonimo di “Cerval” e “A Certain Value”.[langfeld.wordpress.com]

judsoN (US)

Heliocentric

Installazione sonora a 8 canali (2015 – 7’55”)

Heliocentric è un esperimento sullo spazio che ognuno di noi crea privatamente, all’interno della propria mente. Questo luogo è unico per ogni individuo e non è accessibile ad altri. Tecnicamente, il programma al computer estrae un micro frammento da una registrazione di campane e lo fa ruotare all’interno della sala. Dapprima l’ascoltatore è in grado di seguire la progressione dei suoni che ruotano, ma presto questi cicli orbitanti su varie velocità si accumulano al punto che la possibilità di seguirli supera i limiti della percezione umana. Nell’atto di concentrarci sul suono, la mente si sforza di mantenere questo spazio profondamente personale.

judsoN (Judson Wright) si occupa di arte comportamentale dal 1996. Tramite composizioni realizzate al computer studia i processi cognitivi. I suoi esperimenti / opere d’arte, scritti, musiche e spettacoli sono stati presentati ed eseguiti in vari paesi del mondo. Si è laureato alla Brown University e ha un master dal Interactive Telecommunications Program presso la New York University.[pump.org.in]

Federico Dal Pozzo (IT)

Untitled_LF

Installazione sonora a 8 canali (2014 – 21′)

Untitled_L F nasce dopo un’esperienza acustico-sensoriale a Venezia.
Mentre stavo camminando dietro a Campo de la Celestia, vicino alla casa in cui sono cresciuto, la mia attenzione e’ stata catturata dal suono d’una goccia che cadeva nell’acqua d’un canale.
Il suono generato era estraniante: avvicinandomi potevo sentirlo, ma allontanandomi si trasformava in un rumore sordo, quasi di pietra. Sembrava che si modificasse col passare del tempo.
Con Untitled_L F volevo ricreare quella percezione acustica, ancora viva in me, di trasformazione materico-sonora. Partendo da una mia registrazione di una goccia d’acqua, ho concepito un sistema audio-generativo che con lo scorrere del tempo tramuta il rumore dell’acqua in pietra, allargandolo nello spazio grazie ad un riverbero innaturale.
Untitled_L F e’ un omaggio a Venezia, al suo suono, alla sua capacita’ di donarci potenti sensazioni che rimarranno vive in noi.

Venezia (1976), vive a Torino. Concrete Composer e Sound Designer, ha studiato batteria con Mario Bracco e Vittorio Panza. Nel 1999 entra nel Dadadang – Parata per percussioni in movimento con i quali suona nei più importanti Festivals italiani ed europei. Nel 2007 si diploma in Audio Recording and Music Production alla Recording Workshop di Chillicothe in Ohio e studia a Milano con Hubert Westkemper. Nel 2014 studia a Corfu’ alla Summer Academy of Electroacoustic Music and Live Electronics con Annette Vande Gorne e Theodoros Lotis.
Il suo lavoro si basa sulla registrazione di oggetti concreti che vengono successivamente trasfigurati a livello percettivo e sonoro, creando partiture in continua evoluzione temporale e spaziale. Lavora in Teatro con compagnie di Danza italiane e straniere, video-arte e in varie Fondazioni con audio-installazioni generative.

Donna Legault (CA)

Subtle Territory

installazione sonora per 8 canali (2014 – 15’25”)

Una coppia di microfoni ultra sensibili registra le vibrazioni a bassa frequenza che noi non possiamo sentire perché al di sotto della nostra soglia percettiva. Queste vibrazioni sono presenti in tutti gli ambienti ed in particolare in quelli urbani.
Subtle Teritory ce le fa ascoltare grazie ad un processo di trasposizione istantanea calcolata al computer.

Donna Legault è un’artista sperimentale di Ottawa, Canada. La sua pratica trans-disciplinare comprende suono, installazioni elettroniche, scultura e performance. In particolare si concentra sulle risonanze della materia sonora che si manifestano nelle azioni del quotidiano. Le sue opere sono state esposte in gallerie, festival e conferenze di fama internazionale.[donnalegault.com]

Neil Quigley (IE)

Ideal Outcome

Composizione acusmatica a 8 canali (2014 – 30′)

Evento organizzato da Continuo associazione culturale

con il sostegno di

logo_regioneFVG

Provincia_di_Udine_logo_colore200

Logo_ComuneUD

 

importa questo evento in iCal